La nostra storia

Blue Rose Donna è un progetto sociale che affonda le sue radici in esperienze socio-psicologiche precedenti, legate all’aps Arianna e i bambini felici, creata da Cristina Sambruna nel 2016 (per maggiori informazioni, potete visitare il sito www.ariannae.com).

Blue Rose Donna viene creata da professioniste in vari ambiti che spaziano dal giornalismo, alla psicologia comportamentale, alla psicoterapia, alla pediatria, all’ambito giuridico legale. Viene sognata, costruita, accolta, con l’intento di parlare di diritti offesi, di supportare cuori spezzati dalla violenza psicologica e fisica, di ri-costruire mondi emotivi e identità violate, al fine di restituire amore per la propria persona, per la bellezza della vita e delle arti.

Blue Rose Donna si occupa della tutela e della promozione delle donne fragili, accogliendo nei suoi progetti anche i figli e la loro crescita emotiva.

Mette, a tale proposito, a disposizione servizi di prevenzione al disagio psicologico, servizi di consulenza sociale ed educativa, laboratori di psicologia teatrale e pittorica, servizi di consulenza giuridico legale. Tutte le attività elencate sono gestite da operatori esperti nel settore, al fine di mettere in atto una presa in carico individualizzata e del nucleo familiare nel suo complesso.

Blue Rose Donna intende porsi come una sorta di casa accoglienza psico-sociale-giuridica, specializzata su due fronti della fragilità: uno collegato alla prevenzione del disagio psicologico e l’altro alla ricerca della propria identità attraverso un processo di crescita individuale.

Il metodo che verrà applicato sarà il ” percorso transformazionale comportamentale”, che comprenderà un’interdisciplinarietà di interventi psicoterapeutici che spazieranno dal cognitivo comportamentale alla psicoterapia positiva, incentrata sullo sviluppo delle emozioni individuali e delle abilità creative.